La mia vacanza a Lampedusa e perché l’ho scelta

noleggio scooter lampedusa

Innanzitutto partiamo col motivo per il quale abbiamo deciso di andare a fare una vacanza a Lampedusa: l’isola in questi anni è stata al centro di un vero e proprio sciacallaggio dai vari giornali e telegiornali per la questione immigrati.
Perché dico sciacallaggio? Perché ho tanti amici e conoscenti che l’isola l’hanno vissuta e continuano a viverla, scegliendola sempre come loro meta preferita per le vacanze e tutto ciò che mi raccontano è molto diverso da quello che fanno credere i telegiornali, per cui ho deciso anche io di andare a vivere in prima persona Lampedusa, la cosiddetta Porta d’Europa.

La vacanza ho scelto di farla con un amico a Settembre, sperando di trovare meno gente e anche prezzi più accessibili, sia per i voli aerei, per l’appartamento e tutto ciò che riguarda il soggiorno sull’isola. In effetti il risparmio c’è stato, anche se comunque l’isola era abbastanza piena di turisti anche in quel periodo.
In realtà poi mi ha informato che ad Agosto era molto, molto più piena ed era addirittura difficile riuscire a trovare un posto in spiaggia. Per cui il mio consiglio è quello di decidere di andare a Lampedusa tra Maggio – Giugno e Settembre – Ottobre, poiché il clima è meraviglioso fino a novembre inoltrato.

Abbiamo alloggiato in un bell’appartamento a pochi passi dal centro, ben arredato e dove veramente non mancava nulla: dal balconcino, al climatizzatore, al bagno con tutti i servizi e la cucina con tutto l’occorrente, oltre le asciugamani e le lenzuola.
Nonostante la vicinanza al centro, per muoversi si ha il bisogno di affittare un mezzo per potersi recare in pochissimi minuti alle varie spiagge e negli altri luoghi di interesse dell’isola, così abbiamo optato per il noleggio scooter Lampedusa da Mikael, che ci ha portato un grazioso scooter direttamente a casa ad un buon prezzo e con la promessa che alla partenza ci avrebbe riaccompagnati anche in aeroporto senza alcun sovrapprezzo, non abbiamo dovuto far altro che accettare!

Grazie allo scooter in pochi minuti potevamo recarci ovunque: dalle Spiagge, alla Porta d’Europa, al WWF (dove vengono curate le tartarughe marine salvate, bellissimo!), a Capo Ponente (la parte più alta di Lampedusa).

Tra tutte le spiagge quelle che più ci sono piaciute in assoluto sono queste 3:

  1. La famosissima Spiaggia dell’Isola dei Conigli, davvero una delle più belle del Mondo.
  2. Cala Pulcino, particolare Caletta dove ci si arriva dopo una bella discesa di circa 40 minuti immersi nella vegetazione isolana.
  3. Cala Croce, piccola e facile da raggiungere, tra le mie preferite anche per la vicinanza al centro.

L’attrazione più bella e particolare, sicuramente è quella della Gita in barca, tour dell’isola a 360 gradi che ti fa scorgere ogni bellezza nascosta di questa isola; durante la gita viene offerto un delizioso pranzo a base di pesce fresco e tanti antipasti che già da soli ti saziano di ogni cosa!
La parte più bella della gita probabilmente è quando si arriva alla Tabaccara, scorcio di mare raggiungibile solo in barca in cui vi è un mare così limpido da riuscire a vedere le ombre delle barche sul fondale: meravigliosa!

Per il resto l’isola è veramente tranquilla e non abbiamo visto in giro alcuna problematica in assoluto legata all’immigrazione, chiedendo in giro gli Isolani sono veramente molto solidali con queste persone che vengono salvate in mare, ma al contempo anche un po’ indignate verso lo stato che sembra solamente guadagnarci da questa situazione.

Vi consiglio vivamente di passare le vacanze a Lampedusa, bellezza italiana, perché lo merita veramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *